Benessere femminile

Dalla pubertà alla menopausa

Pubertà, cicli mestruali, maternità, menopausa... il fabbisogno nutrizionale di una donna cambia in ogni fase della sua vita.

Per natura, le donne hanno un maggiore fabbisogno di ferro e calcio rispetto agli uomini.

Infatti, la perdita mensile di ferro è di circa 25 mg, e il calcio è un nutriente essenziale per sostenere la salute delle ossa, poiché le donne sono più colpite dall'osteoporosi.
Senza dimenticare gli altri minerali e vitamine: lo zinco, che sostiene la fertilità, la pelle, le unghie e i capelli, la vitamina B2, che sostiene il benessere intimo, associata ai fermenti lattici specifici del microbiota vaginale ecc.

Infatti, alcune piante e alcuni semi contribuiscono al benessere durante il ciclo (enotera), durante la menopausa (salvia), così come al benessere urinario (erica, solidago). Gli estratti di vinaccia contribuiscono ad attenuare gli inestetismi della cellulite. Infine, il segreto della bellezza naturale della donna, gli oli, particolarmente indicati per l'epidermide, preservano la freschezza della pelle.

Lo sapevi?

Il ferro, oligoelemento delle donne?
Il ferro è un nutriente essenziale: aiuta a ridurre la stanchezza e favorisce un normale metabolismo energetico. Contribuisce anche alla corretta funzione del sistema immunitario.
Il suo contributo meno noto è rivolto alla normale formazione dei globuli rossi e dell'emoglobina che trasportano l'ossigeno nei tessuti.
Il 70% del ferro presente nell'organismo è in una forma chiamata "eme” (associata all'emoglobina), il restante 30% è chiamato “ferro non eme” (forma di trasporto e riserva).
Vous avez l'air de naviguer depuis la France.
Cliquez ici pour visiter notre site français.